Le cronache del Grigio – 14 Luglio 2013 – Ancora Nicola Marziale con KBioN!

Il 14 luglio la terza prova di Ecovelaplay, si è svolta su un percorso tradizionale a bastone. Ospiti d’onore i tre equipaggi del Mambo Sailing Team, è stata vita dura per loro, abituati ai venti costanti del mare. Già il vento del lago è rafficato ma domenica!!! Boe piazzate,tutti pronti! Via. Anzi no, perché da dietro le colline si sono alzate due colonne temporalesche, anche loro arrivate a vedere lo spettacolo di questa dozzina di vele colorate che si incrociano in mezzo al lago intorno a un puntino giallo! (si vede che la manifestazione inizia ad avere una certa “risonanza”). Il vento è girato giusto di quei 90 gradi per far ripetere tutta la partenza. Finalmente, via. Altro pubblico, nuvole nere, arrivano da Anquillara, il vento inizia a danzare con loro e … con noi, raffiche con sbalzi di intensità e direzione dell’ordine dei 10 nodi e 40gradi, una prova di equilibrio. In qualche modo giro la prima di bolina al secondo posto, indovina chi ha girato prima? Nicola! Arriviamo insieme alla prima di poppa e Rachele (la mia grande prodiera) mi urla “hanno la precedenza, dobbiamo dargli acqua!” So io cosa gli darei! ma gli faccio spazio, intanto il vento continua la sua “ballata”. In risalita una buona raffica ci porta sopra vento affiancati, vai! Lo prendo, fine raffica rientro tardi dal trapezio e mi sfila di mezza lunghezza. Giriamo la seconda di bolina, Nicola,Io e dietro … Volgo lo sguardo e vedo un branco di lupi affamati. Scappo! Raggiungo Nicola sulla boa posizione invertita rispetto a prima e Rachele mi urla “sono interni dobbiamo dargli acqua!” ma...

Le cronache del Grigio 30/6

Domenica 30 giugno seconda  prova del trofeo del lago Ecovelaplay. Primo percorso non convenzionale e per la prima volta partenza da acqua (roba seria!!!). Il percorso prevede partenza dalle acque antistanti il circolo 3V, il raggiungimento dell’altra sponda del lago davanti allo stabilimento Luna Rossa, lì il prodiere deve scendere “guadagnare” la riva e prendere una busta chiusa, risalire a bordo e tornare indietro sulla linea del traguardo. Nel corso della premiazione apertura delle buste e … per qualche fortunato: pizza e birra offerte da Ecovelaplay e Luna Rosso. L’emozione per la prima partenza in acqua già sarebbe sufficiente ma avere a bordo mia figlia che è occasionalmente in visita dalla Svizzera poteva essere davvero troppo. Non ho neanche il cronometro per seguire i tempi; il vento è poco e di termica. Tecnicamente non ho nessuna possibilità, quindi non mi rimane che seguire  l’istinto e … attenti al grigio! Segnale un minuto. Sembrano farfalle variopinte che si lanciano  sull’unico fiore rimasto sul pianeta, ma vedo un buco proprio davanti alla barca comitato,  mi infilo, cazzo fiocco, carrello a segno, randa ok e mi guardo intorno …. primo alla partenza!!! Lo diceva nonna “meglio fortunati che ricchi”,  ma ora la devi tenere. La rotta è una bolina stretta e forse riesci a fare bordo unico. Controllo: tutti dietro o molto sotto, il mio angolo è buono c’è solo Nicola che sta poco sotto ma mi sembra abbia un angolo migliore, Maurizio stesso angolo ma dietro, Michele stesso angolo ma sotto, qualcuno tenta la virata per Bracciano noi tentiamo il bordo unico. Cala il vento per tutti, quasi tutti, si perché...

AMBIENTE: AICS, AL VIA LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE PROMOSSA DA ECOVELA PLAY “LA SPIAGGIA NON E’ UN POSACENERE”

“1,5 miliardi sono i fumatori stimati del pianeta. Possiamo immaginare il numero di mozziconi che quotidianamente vengono gettati in terra, spiaggia, mare, etc. Più precisamente i mozziconi rappresentano una porzione stimata nel 40% del totale dei rifiuti che inquinano i nostri mari. Ciononostante a tutt’oggi non esistono normative nazionali che ne limitino la dispersione nell’ambiente, salvo iniziative a macchia di leopardo di alcuni comuni” Lo ha dichiarato Andrea Nesi, coordinatore nazionale della commissione ambiente di AICS e fondatore di ECOVELA PLAY “Forse è arrivato il momento di far comprendere alle persone che quell’atto così semplice del gettare in terra il mozzicone o conficcarlo nella sabbia non è più tollerabile e sopratutto non è così insignificante come la routine del gesto o la dimensione ridotta del rifiuto lascino intendere. Serve una legge che codifichi il “rifiuto mozzicone” ma anche che imponga sulle spiagge, e non solo quelle attrezzate, la presenza di appositi contenitori dove poterli gettare, ma anche nelle strade cittadine devono diffondersi dei contenitori per mozziconi. Diversamente non vediamo come questo grave problema possa risolversi” continua Nesi “Noi di AICS Ambiente, come nella nostra indole concreta, daremo il nostro contributo richiamando costantemente il legislatore alla necessità di una codifica giuridica sul tema ma anche lanciando una campagna estiva denominata semplicemente “LA SPIAGGIA NON E’ UN POSACENERE”. A questo tema dedicheremo il prossimo evento velico di Ecovela Play: la regata del 30 giugno pv. sul lago di Bracciano” conclude...

AMBIENTE: REGATE PER FINANZIARE ANALISI DELLE ACQUE DEL LAGO DI BRACCIANO

IL TROFEO ECOVELA PLAY SI SVOLGERA’ DA GIUGNO A SETTEMBRE Roma, 21 mag. – (Adnkronos) – Partecipare a una regata per contribuire alla tutela ambientale e all’informazione sulla qualita’ delle acque. E’ l’obiettivo del trofeo Ecovela Play 2013 che prendera’ il via il 16 giugno con la prima regata sul Lago di Bracciano per poi continuare fino a settembre con sette regate ufficiale e due speciali. I proventi delle quote di iscrizione saranno utilizzati per realizzare analisi chimiche delle acque del Lago di Bracciano, da svolgersi presso un laboratorio specialistico con successiva pubblicazione online dei risultati. “Nel nostro piccolo vogliamo lanciare un messaggio molto chiaro, che e’ l’essenza di Eecovela Play, riguardo l’impossibilita’ per ogni individuo di sottrarsi alla propria quota di responsabilita’ per il benessere ambientale del pianeta. Cominciando dai luoghi che frequentiamo abitualmente e che frequentano i nostri cari – dichiara Andrea Nesi, presidente di Ecovela Play – Ogni regata sara’ collegata a un tema ambientale su cui, di volta in volta, svilupperemo il dibattito. In questa edizione ci allargheremo a temi come il turismo sportivo quale opportunita’ di sviluppo sostenibile dei territori. Ma avremo anche delle sorprese”. Ecovela Play e’ un progetto di vela popolare che punta a mettere in campo atti concreti di rispetto dell’ambiente, con il coinvolgimento di persone e circoli che ne la filosofia: tutela ambientale, raccolta differenziata, dieta mediterranea, no agli Ogm e al doping. (Mst/Opr/Adnkronos) 21-MAG-13 13:26...

ReteGratuita insieme a Ecovela Play per proteggere le coste italiane

Ecovela Play è un nuovo progetto dell’Aics, Associazione italiana cultura e sport, a cui possono aderire gratuitamente tutti i circoli nautici italiani. ReteGratuita crede in questa valida iniziativa che, attraverso lo sport, vuole sensibilizzare i cittadini verso i temi ambientali. Ecovela Play si rivolge al mondo della vela di piccolo cabotaggio, diffusa nei circoli nautici marini e lacustri, ma non solo! Come agisce? Iniziando a compiere qualcosa di concreto, coinvolgendo i circoli nella raccolta di rifiuti sulle spiagge della nostra bellissima costa italiana. Gli stessi mezzi a vela verranno utilizzati per raggiungere i luoghi individuati per la pulizia e per trasportare via quanto raccolto. Il manifesto del progetto esorta inoltre alla raccolta differenziata, al rispetto dell’ambiente e della legalità, fino alla lotta contro l’obesità, esortando una corretta alimentazione attraverso la dieta mediterranea, elogiata in tutto il mondo. sail boat by_sierragoddess Per il 2013 sono già previste 27 iniziative, che coinvolgeranno tutto il mondo dell’Aics con i suoi 800.000 soci. Ma Andrea Nesi, presidente di Ecovela Play, auspica che questo progetto porti a sensibilizzare e attrarre anche giovani e persone interessate all’ambiente, creare una comunità: “Ecovela Play può divenire un’opportunità per ampliare la propria utenza e certamente trasmettere all’esterno una migliore immagine di sè e, non ultimo, essere concretamente d’aiuto al pianeta con le raccolte rifiuti che, secondo il manifesto, sono obbligatorie”. Per aderire al progetto è sufficiente registrarsi sul sito ww2.ecovelaplay.com: i circoli aderenti si impegnano a effettuare la raccolta differenziata, non erogare cibi contenenti Ogm nelle proprie strutture, sostenere e promuove i valori della dieta mediterranea, aderire alla comunity wi-fi di...