AMBIENTE: REGATE PER FINANZIARE ANALISI DELLE ACQUE DEL LAGO DI BRACCIANO

IL TROFEO ECOVELA PLAY SI SVOLGERA’ DA GIUGNO A SETTEMBRE Roma, 21 mag. – (Adnkronos) – Partecipare a una regata per contribuire alla tutela ambientale e all’informazione sulla qualita’ delle acque. E’ l’obiettivo del trofeo Ecovela Play 2013 che prendera’ il via il 16 giugno con la prima regata sul Lago di Bracciano per poi continuare fino a settembre con sette regate ufficiale e due speciali. I proventi delle quote di iscrizione saranno utilizzati per realizzare analisi chimiche delle acque del Lago di Bracciano, da svolgersi presso un laboratorio specialistico con successiva pubblicazione online dei risultati. “Nel nostro piccolo vogliamo lanciare un messaggio molto chiaro, che e’ l’essenza di Eecovela Play, riguardo l’impossibilita’ per ogni individuo di sottrarsi alla propria quota di responsabilita’ per il benessere ambientale del pianeta. Cominciando dai luoghi che frequentiamo abitualmente e che frequentano i nostri cari – dichiara Andrea Nesi, presidente di Ecovela Play – Ogni regata sara’ collegata a un tema ambientale su cui, di volta in volta, svilupperemo il dibattito. In questa edizione ci allargheremo a temi come il turismo sportivo quale opportunita’ di sviluppo sostenibile dei territori. Ma avremo anche delle sorprese”. Ecovela Play e’ un progetto di vela popolare che punta a mettere in campo atti concreti di rispetto dell’ambiente, con il coinvolgimento di persone e circoli che ne la filosofia: tutela ambientale, raccolta differenziata, dieta mediterranea, no agli Ogm e al doping. (Mst/Opr/Adnkronos) 21-MAG-13 13:26...

ReteGratuita insieme a Ecovela Play per proteggere le coste italiane

Ecovela Play è un nuovo progetto dell’Aics, Associazione italiana cultura e sport, a cui possono aderire gratuitamente tutti i circoli nautici italiani. ReteGratuita crede in questa valida iniziativa che, attraverso lo sport, vuole sensibilizzare i cittadini verso i temi ambientali. Ecovela Play si rivolge al mondo della vela di piccolo cabotaggio, diffusa nei circoli nautici marini e lacustri, ma non solo! Come agisce? Iniziando a compiere qualcosa di concreto, coinvolgendo i circoli nella raccolta di rifiuti sulle spiagge della nostra bellissima costa italiana. Gli stessi mezzi a vela verranno utilizzati per raggiungere i luoghi individuati per la pulizia e per trasportare via quanto raccolto. Il manifesto del progetto esorta inoltre alla raccolta differenziata, al rispetto dell’ambiente e della legalità, fino alla lotta contro l’obesità, esortando una corretta alimentazione attraverso la dieta mediterranea, elogiata in tutto il mondo. sail boat by_sierragoddess Per il 2013 sono già previste 27 iniziative, che coinvolgeranno tutto il mondo dell’Aics con i suoi 800.000 soci. Ma Andrea Nesi, presidente di Ecovela Play, auspica che questo progetto porti a sensibilizzare e attrarre anche giovani e persone interessate all’ambiente, creare una comunità: “Ecovela Play può divenire un’opportunità per ampliare la propria utenza e certamente trasmettere all’esterno una migliore immagine di sè e, non ultimo, essere concretamente d’aiuto al pianeta con le raccolte rifiuti che, secondo il manifesto, sono obbligatorie”. Per aderire al progetto è sufficiente registrarsi sul sito ww2.ecovelaplay.com: i circoli aderenti si impegnano a effettuare la raccolta differenziata, non erogare cibi contenenti Ogm nelle proprie strutture, sostenere e promuove i valori della dieta mediterranea, aderire alla comunity wi-fi di...

TURISMO: NESI (ECOVELA PLAY), SUBITO TARIFFE SPECIALI

PER GLI SPORTIVI SU TRAGHETTI PER SARDEGNA Roma, 19 marzo 2013. “Il 30 Marzo Ecovela Play (l’Eco progetto nazionale di AICS) sarà in Sardegna per un evento di sport, lo Stintino Contest, ed ecologia. Andremo a ripulire una spiaggia portando con noi ragazzi under 18 che parteciperanno alla raccolta rifiuti e successivamente ad una competizione di windsurf. Costo del solo viaggio A/R con un furgone e 4 persone € 527. Questo scegliendo di fare l’andata su Porto Torres ed il ritorno con partenza da Olbia, altrimenti sarebbe costato € 100,00 in più”. Lo afferma Andrea Nesi Presidente di Ecovela Play che chiede l’istituzione di una tariffa speciale per sportivi almeno in periodo di bassa stagione. “Chiediamo subito -sottolinea Nesi- un prezzo speciale per i windsurfisti, il cui status potrebbe essere facilmente codificato con criteri precisi. Un windsurfista difatti porta con se almeno una tavola +3 vele + 1 albero + 1 boma che potrebbero divenire la discriminante per accedere a tariffe speciali con il 30% di sconto ad esclusione dei mesi estivi dove si potrebbe ragionare su altri criteri. Questa opzione, se avesse successo, potrebbe essere rapidamente estesa anche ad altre categorie come ad esempio il mondo della Mountain Bike. Con ovvio impatto positivo sul turismo in particolar modo nei periodi di bassa stagione”. Per Nesi inoltre “colpisce la differenza di prezzo tra l’andata, con Grimaldi € 205,00, ed il prezzo di ritorno, con Tirrenia € 355,00. Ma la continuità territoriale che fine ha fatto? La Tirrenia che riceve contributi per garantirla, come giustifica 150 euro di differenza?”, chiede Nesi. “E’ risaputo che la Sardegna sia attrattiva 12 mesi...