Zanzare geneticamente modificate: una speranza per milioni di malati

Grazie al lavoro dei ricercatori della Oxitec, una azienda britannica, si sono avuti incoraggianti risultati riguardo alla modificazione genetica delle “Zanzare Aedes Aegypti” al fine di debellare malattie come la dengue e la malaria, le quali, ogni anno, sono causa di milioni di morti.

In laboratorio sono state create delle zanzare maschio con una limitata capacità di riprodursi. Questi maschi, poi, vengono nutriti con un antibiotico, il tetacicline, e poi lasciati in libertà. Le larve che derivano dall’accoppiamento tra queste zanzare OGM e le femmine in natura, saranno incapaci di svilupparsi e moriranno, non trovando le tetracline. In pochi giorni, i maschi OGM e la loro prole saranno morti.

L’introduzione in natura di zanzare geneticamente modificate in laboratorio, dunque, ha portato alla decimazione di circa l’85% della loro popolazione. D’altronde l’introduzione di queste zanzare in Brasile, come riporta il Guardian, ha già diminuito il novero della Aedes Aegypty proprio dell’85%, rispetto alle aeree non trattate.

Questo particolare e pericolosissimo tipo di zanzara ha causato, sono nel 2010, 665mila morti per malaria e circa 20mila decessi per dengue. Un problema che, però, non riguarda solamente l’Africa ma anche i Paesi occidentali. La diffusione di questa zanzara in Italia, ad esempio, è ormai ben documentata sin dal 2007, anno, tra l’altro, di una epidemia di Chikungunya, proprio in Emilia Romagna. 

Nel 2009, invece, è stata la Florida a dover fare i conti con una epidemia di dengue e nonostante il tempestivo intervento delle autorità ben 93 persone furono infettate. La stessa Florida, un anno prima, avevo bloccato la sperimentazione di queste zanzare OGM, per le forti opposizioni nell’opinione pubblica, sostenute da attivisti locali ed organizzazioni contrarie all’utilizzo di OGM. Nonostante l’epidemia, lo scorso gennaio, l’Ente per il controllo delle zanzare della Florida ha reiterato nuovamente la sperimentazione.

Il Brasile, la Malaysia e le Isole Cayman, invece, hanno inserito le zanzare OGM nella popolazione di zanzare locali; a breve lo faranno anche India e Panama.

Un metodo, dunque, questo della modificazione genetica dei maschi di zanzare, assai efficace e meno dannoso per l’ambiente, rispetto ai pesticidi. Tuttavia, ancora molti sono gli ostacoli che pone l’opinione pubblica, la quale è assai timorosa rispetto al tema delle modificazione genetiche. 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + quattro =