• 1-800-123-789
  • info@webriti.com

TURISMO: NESI (ECOVELA PLAY), SUBITO TARIFFE SPECIALI

TURISMO: NESI (ECOVELA PLAY), SUBITO TARIFFE SPECIALI

PER GLI SPORTIVI SU TRAGHETTI PER SARDEGNA
Roma, 19 marzo 2013. “Il 30 Marzo Ecovela Play (l’Eco progetto nazionale di AICS) sarà in Sardegna per un evento di sport, lo Stintino Contest, ed ecologia. Andremo a ripulire una spiaggia portando con noi ragazzi under 18 che parteciperanno alla raccolta rifiuti e successivamente ad una competizione di windsurf. Costo del solo viaggio A/R con un furgone e 4 persone € 527. Questo scegliendo di fare l’andata su Porto Torres ed il ritorno con partenza da Olbia, altrimenti sarebbe costato € 100,00 in più”. Lo afferma Andrea Nesi Presidente di Ecovela Play che chiede l’istituzione di una tariffa speciale per sportivi almeno in periodo di bassa stagione. “Chiediamo subito -sottolinea Nesi- un prezzo speciale per i windsurfisti, il cui status potrebbe essere facilmente codificato con criteri precisi. Un windsurfista difatti porta con se almeno una tavola +3 vele + 1 albero + 1 boma che potrebbero divenire la discriminante per accedere a tariffe speciali con il 30% di sconto ad esclusione dei mesi estivi dove si potrebbe ragionare su altri criteri. Questa opzione, se avesse successo, potrebbe essere rapidamente estesa anche ad altre categorie come ad esempio il mondo della Mountain Bike. Con ovvio impatto positivo sul turismo in particolar modo nei periodi di bassa stagione”.
Per Nesi inoltre “colpisce la differenza di prezzo tra l’andata, con Grimaldi € 205,00, ed il prezzo di ritorno, con Tirrenia € 355,00. Ma la continuità territoriale che fine ha fatto? La Tirrenia che riceve contributi per garantirla, come giustifica 150 euro di differenza?”, chiede Nesi. “E’ risaputo che la Sardegna sia attrattiva 12 mesi all’anno per alcuni sport. Ed è chiaro per tutte le persone ragionevoli che lo sportivo deve anche mangiare e dormire e dunque può essere un’opportunità per agriturismi e trattorie in periodi di fermo turistico. Inoltre lo sportivo è solitamente portatore di un turismo sano, consapevole e rispettoso dell’ambiente, come dimostra la stessa crescita esponenziale di una realta’ come Ecovela Play”.
“Il paradosso è dato dall’avere un Paradiso come la Sardegna a breve distanza dal continente, estrememente economico il loco per il turista sul 95% del proprio territorio, depresso per 9 mesi all’anno e che vede nel trasporto marittimo la propria croce. In un momento di crisi drammatica, vogliamo perdere l’opportunità di aiutare un territorio a svilupparsi in periodi morti? Speriamo che gli armatori colgano il nostro appello e facciano proprie le nostre proposte. Altrimenti rassegnamoci a veder andare via anche questo tipo di turisti verso altri lidi: con le attuali tariffe per i traghetti, i windsurfisti e non solo loro,, possono andare con un volo low-cost a Fuerteventura”, conclude Nesi.

Paolo