• 1-800-123-789
  • info@webriti.com

Ogm: Nesi (Aics), la via giuridica del decreto e’ ferma

Ogm: Nesi (Aics), la via giuridica del decreto e’ ferma

(AGI) – Roma, 21 nov. – “Non ci facciamo piu’ illusioni, la via giuridica del decreto e’ ferma. Tre ministri, nonostante l’innegabile impegno del Ministro Orlando, non sono ancora riusciti a rendere attuabile un decreto firmato oramai da quattro mesi ed a questo punto si fa fatica a fare previsioni su sviluppi futuri”. Lo ha dichiarato Andrea Nesi, coordinatore nazionale della commissione ambiente di AICS.

 “Sara’ il caso di respingere gli OGM con modelli di sviluppo alternativi. Distretti verdi che coinvolgano cittadini, imprenditoria, istituzioni uniti tutti nella condivisione di un’idea di sviluppo. Un manifesto rappresentativo: NO agli OGM, si’ al biologico, si alla denuncia dei misfatti ambientali anche quelli ritenuti minori, continua attivita’ di sensibilizzazione nelle scuole, etc. Controllo del territorio da un punto di vista ambientale, coinvolgendo anche le associazioni sportive e di volontariato, implementazione di un modello di incentivazione per l’agricoltura e l’allevamento biologici, per la somministrazione di prodotti e pietanze a base di produzioni, se possibile locali, certamente biologiche nelle strutture ricettive e di ristorazione, con la diffusione di sistemi informativi che consentano di far incontrare la crescente domanda di turismo verde o ecocompatibile con un’offerta sempre piu’ qualificata e di semplice comprensione” ha continuato Nesi.

 “Se il modello di business vincente e’ senza OGM, non vi sarano difficolta’ nell’arginare la diffusione di questi ultimi, le imprese e gli operatori tutti saranno dalla nostra parte. Noi siamo in grado di dimostrarne nei numeri la validita’ e lo faremo con un Workshop-Modello che organizzeremo a breve a Bracciano e che sara’ il primo delle decine che realizzeremo distretto per distretto nel prossimo futuro” ha concluso Nesi.(AGI) Mal 211441 NOV 13 NNNN

 

Paolo