• 1-800-123-789
  • info@webriti.com

Le cronache del Grigio 30/6

Ecovela Play è supportato da KBioN

Le cronache del Grigio 30/6

Domenica 30 giugno seconda  prova del trofeo del lago Ecovelaplay.
Primo percorso non convenzionale e per la prima volta partenza da acqua (roba seria!!!).
Il percorso prevede partenza dalle acque antistanti il circolo 3V, il raggiungimento dell’altra sponda del lago davanti allo stabilimento Luna Rossa, lì il prodiere deve scendere “guadagnare” la riva e prendere una busta chiusa, risalire a bordo e tornare indietro sulla linea del traguardo. Nel corso della premiazione apertura delle buste e … per qualche fortunato: pizza e birra offerte da Ecovelaplay e Luna Rosso.
L’emozione per la prima partenza in acqua già sarebbe sufficiente ma avere a bordo mia figlia che è occasionalmente in visita dalla Svizzera poteva essere davvero troppo. Non ho neanche il cronometro per seguire i tempi; il vento è poco e di termica. Tecnicamente non ho nessuna possibilità, quindi non mi rimane che seguire  l’istinto e … attenti al grigio!
Segnale un minuto.
Sembrano farfalle variopinte che si lanciano  sull’unico fiore rimasto sul pianeta, ma vedo un buco proprio davanti alla barca comitato,  mi infilo, cazzo fiocco, carrello a segno, randa ok e mi guardo intorno …. primo alla partenza!!! Lo diceva nonna “meglio fortunati che ricchi”,  ma ora la devi tenere.
La rotta è una bolina stretta e forse riesci a fare bordo unico.
Controllo: tutti dietro o molto sotto, il mio angolo è buono c’è solo Nicola che sta poco sotto ma mi sembra abbia un angolo migliore, Maurizio stesso angolo ma dietro, Michele stesso angolo ma sotto, qualcuno tenta la virata per Bracciano noi tentiamo il bordo unico.
Cala il vento per tutti, quasi tutti, si perché il vento ha sempre qualcuno che gli sta simpatico e domenica per Nicola ha avuto proprio un sussulto d’amore che il “tipo” non si è lasciato sfuggire ed eccolo là! davanti un’altra volta.
Ma stavolta solo lui, gli altri dietro.
Nel frattempo: arriva il maestralino, come da previsione ( oh! quando ti serve non sbagliano mai eh!) mi metto al trapezio e spero di tenere (mia figlia pratica altri sport e non mi sembra l’occasione di iniziarla al trapezio) reggo, anzi sfruttando le raffiche più forti riesco a guadagnare qui metri preziosi per arrivare a Luna Rossa in bordo unico.
Cecilia si butta arriva alla spiaggia e prende la busta, io intanto giro la barca, la aiuto a risalire, salgo anch’io e vedo Nicola anche lui alle prese con la ripartenza, tento la carta della pressione psicologica e gli urlo “scappa Nicola, scappa che ti prendo!” Chissà magari ci crede!
Sia come sia inizia la “scesa”, il maestralino a raffiche quando vai di lasco non è proprio il massimo ma riesco a tenere le prue fuori e gli altri dietro.
Arrivo sulla linea del traguardo dopo Nicola, gli altri “tutti dietro”, si avete letto bene tutti dietro anche Stefanino e Michele e Giuliano e Maurizio e Massimiliano ecc.
Al collo di mia figlia c’è la medaglia del secondo posto.
Io? Bè, fare il secondo posto esattamente quella volta che ti viene trovare tua figlia non ha prezzo per tutto il resto c’è ECOVELAPLAY .
E voi …. attenti al Grigio!
Grazie a tutti.

Paolo