• 1-800-123-789
  • info@webriti.com

Category ArchiveTurismo Eco-Gastronomico

NASCE IL “MOVIMENTO DEL TURISMO ECO-GASTRONOMICO”

Noi paladini di una Nuova Poetica del Gusto, riuniti il giorno 5 gennaio 2015 presso la sede del Consiglio Provinciale di Chieti, la “Città Giardino d’Abruzzo e del Belpaese” per la presentazione del Lunario 2015, 
                                    decidiamo di costituire, 
su proposta del Centro Studi AICS “Domenico Spezioli”, in collaborazione con AICS – Commissione Nazionale Ambiente, ARGA-FNSI Abruzzo-Molise-Lazio e UCI Abruzzo, il 

     “MOVIMENTO DEL TURISMO ECO-GASTRONOMICO” 


al fine di valorizzare la cultura della ruralità, della naturalità e della biodiversità, di tramandare le tradizioni popolari e la maestria artigianale del mondo contadino, di far conoscere le pietanze,i percorsi, i prodotti di eccellenza agro-alimentari, di diffondere il desiderio del cibo quale stile di vita legato all’ecologia dell’alimentazione e, soprattutto, di promuovere il turismo ecologico e gastronomico del Centro Appennino. Per l'appunto denomina Eco-Gastronomico.
Un nuovo termine che alla gastronomia lega l’ambiente, una nuova frontiera dell’agricoltura e dell’ecologia, quale integrazione del più usato termine enogastronomia, che richiama il buon mangiare ed il buon vino. In questa  nuova  ottica turistica un ruolo determinante potrà essere svolta dall’eco-gastronomia che diventa, pertanto, sintesi interpretativa del complesso di eccellenze che contraddistingue un territorio in tutti i suoi aspetti più significativi e di maggiori valori artistici, storici e culturali. 
Ergo, l’idea è quella di dare vita ad un’associazione globale, legata fortemente al locale, affiliata AICS (Associazione Italiana Cultura e Sport), che faccia proseliti tra gli “eco-gourmet” e che diffonda all’estero, attraverso le Comunità degli Italiani nel Mondo, i valori che evocano la  convivialità, la creatività e la emozionalità del Made in Italy. 
Scopo principale del Movimento è quello di rilanciare le eccellenze eco-gastronomiche dell’Appennino, nel rapporto strategico paesaggio-cibo-viaggio, nell’intento di costruire, in chiave sostenibile e responsabile, una rete interattiva e mirata di associazioni, imprese, istituzioni che racconta e propaganda le principali tipicità agro-alimentari del posto, a partire dal Cibo della Transumanza, quale portabandiera delle cose buone del territorio. “Lu Magnà de la Transumanza” che costituisce il filo conduttore del Lunario 2015, il calendario dialettale del Centro Appennino, presentato in anteprima ad ottobre all’Expo di Milano nell’ambito del Consiglio nazionale dell’UNAGA-FNSI, il gruppo di specializzazione dei giornalisti che si occupano di agro-alimentazione e ambiente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana.
Le finalità del Movimento sono, quindi, quelle di elaborare, organizzare e realizzare ricerca, formazione, interscambio, eventi, concorsi, pubblicazioni e iniziative in genere a sostegno della cultura agro-silvo-pastorale del Centro Appennino, a partire dall’attività progettuale dei 4 Parchi Nazionali (Parco dell’Abruzzo-Lazio-Molise, Parco della Majella, Parco del Gran Sasso e Monti della Laga, Parco dei Monti Sibillini) della macro area interessata, per pianificare un diverso sviluppo turistico che prenda lo spunto dalla bellezza del paesaggio, dall’autenticità del cibo, dalla produttività economica di pregio delle aziende, dalla vivacità culturale del territorio.  
Buona agricoltura e buona ecologia vanno a braccetto. La gastronomia di qualità si difende e si promuove se opera in un ambiente di qualità, ovvero se l’attenzione e l’azione degli operatori del territorio sono strettamente funzionali alle eccellenze del cibo e del paesaggio. 
Tra le prime iniziative, il Premio Nazionale di promozione eco-gastronomico “Green Ribbon”, ideato da ARGA-FNSI Abruzzo-Molise-Lazio e riservato agli imprenditori ed operatori del settore agro-alimentare e l’organizzazione di un Festival del Turismo Eco-Gastronomico (Chessemagne) per creare un evento permanente di livello nazionale sul tema ed, infine, il lancio all’Expo di Milano del Manifesto del Turismo Eco-Gastronomico. Il nostro piccolo e grande contributo all’evento internazionale del 2015, con l’orgoglio e la speranza che sia una grande occasione per ripartire nei territori tutti del Belpaese e per tornare con più forza a progettare, come auspicato dagli organizzatori, il nostro futuro.
In estrema sintesi, si intende proporre una nuova mobilitazione positiva per il rilancio turistico del Centro Appennino, richiamandosi, non soltanto a parole, ma con fatti concreti, all’identità socio-economica delle regioni interessate dell’Italia Centrale. Questa strategia turistica avrà anche lo scopo di riscoprire, tutelare e rilanciare la rete tratturale, che ha costituito in passato e può costituire in futuro, il sistema degli “erbal fiumi silenti” di dannunziana memoria, delle diverse regioni appenniniche per dare forza e direzione ad un unico progetto turistico della nuova macro-area montana dell’Italia, pur nel rispetto delle autonomie locali, delle istituzioni pubbliche e dei centri universitari che hanno avviato iniziative di recupero, in ambito regionale ed europeo, del patrimonio naturale dei tratturi.
Il punto centrale della nostra proposta è costituito dalla elaborazione di una guida (cartacea ed on-line) eco-gastronomica delle pietanze,dei prodotti e dei percorsi di nicchia del Centro Appennino.
La missione che si intende mettere in agenda, pertanto, è la condivisione di un cammino progettuale e associativo che favorisca sinergie tra produttori, trasformatori, ristoratori, amministratori e consumatori dei luoghi montani e collinari, ricchi di storia e di arte del Belpaese. 
Una missione per ricordare a tutti che il cibo, come il nostro Lunario, è gusto e cultura, natura e sapienza, invenzione e tradizione, piacere ed economia.

Letto, approvato e sottoscritto da:   

Centro Studi AICS Spezioli (Ugo Iezzi)

AICS – Commissione Nazionale Ambiente (Andrea Nesi)

ARGA-FNSI Abruzzo-Molise-Lazio (Donato Fioriti)

UCI Abruzzo ( Antonio Padovani)

Associazione ambientalista Mondoverde (Armando Cesarini)

Associazione Sport & Turismo (Roberto Petruccelli)

AICS Chieti (Vaterio Cesarini)
AICS Abruzzo (Andrea Padovani)

Movimento per la Tutela del Vino Cotto (Mario D’Alessandro) 

Accademia dei Maccheroni alla Chitarra (Dante Di Francescantonio)

Comunità Sciaravujje – Chieti (Giovanna Basti)

Confesercenti Chieti (Lido Legnini)

Confesercenti Abruzzo (Enzo Giammarino)

Slow-Food Chieti (Aldo Mario Grifone)

FNSI (Giovanni Rossi)