• 0642039420
  • responsabileambiente@aics.it

Attenzione al volume più che al mero peso

Attenzione al volume più che al mero peso

massa grassa contro muscolo, diet coach, andrea nesiFa un po impressione ma tranquilli, si tratta di modelli in materiale plastico! In ogni caso la sostanza non cambia.

L’oggetto in basso corrisponde ad un chilo di muscolo, quello in alto in giallo corrisponde ad un chilo di massa grassa.
Notevole differenza volumetrica. Dunque è bene concentrarsi sulla qualità del dimagrimento e non esclusivamente sulla quantità.

Attenzione quindi alla scelta del percorso dietetico, evitiamo se possibile il fai da te che magari sul momento smuove l’ago della bilancia ma non la massa grassa……… Che è l’unica di cui è utile liberarsi quando è in eccesso.

Perdendo massa grassa il miglioramento della silhouette è assicurato anche quando l’ago della bilancia si muove poco perché il grasso consiste più in volume che in peso.

Con qualcuna, ed anche qualcuno, di voi ho già affrontato l’argomento ma vale comunque la pena spendere qualche parola a riguardo!!

Scegli sempre diete ben strutturate consigliandoti con un nutrizionista. Noi ci affidiamo alla chetogenesi come noto, ma non è l’unico modo per abbattere la massa grassa in eccesso.

Ciò che è fondamentale aver sempre presente, ripeto, è che anche perdere pochi kg, ma di massa grassa, offre già risultati estetici di tutta evidenza (ovviamente variabili in base allo status di partenza). Non rincorrete la quantità a tutti i costi ma scegliete, ponderando con cura, la strada per ridurre la massa grassa.

Scegliete quel che volete ma fatelo!!!

… uno dei tanti perchè……..:

  • un girovita abbondante può essere indice di un maggior rischio cardiovascolare
  • Un’eccessiva presenza di grasso viscerale è direttamente proporzionale alla circonferenza addominale, quindi tale parametro può essere utilizzato per quantificare il rischio cardiovascolare dei soggetti obesi. Il livello soglia oltre il quale incomincia tale rischio è di 102 cm per gli uomini e 88 cm per le donne.

obesita addominale, diet coach, andrea nesi, dieta chetogenica, kbion

  • valori superiori a 94 cm nell’uomo e ad 80 cm nella donna sono indice di obesità viscerale e si associano ad un “rischio moderato”
    Valori superiori a 102 cm nell’uomo e ad 88 cm nella donna sono associati ad un “rischio accentuato”

I motivi per decidere di abbattere la massa grassa sono molteplici, ma questo è degno di nota e facilmente riscontrabile. La salute è il bene primario e come tale va tutelato.
Andrea Nesi

Andrea Nesi

Un pensiero su “Attenzione al volume più che al mero peso

ManuelaPubblicato in data12:12 pm - Apr 9, 2016

75 gr di pasta una volta al dì con pomodoro o verdure e un filo d’olio e vi non fanno ingrassare.

Rispondi a Manuela Annulla risposta

4 × uno =